#2SettimaneIn... ISLANDA

Piazza dell'Unità d'Italia - Trieste

Inauguriamo la rubrica #2SettimaneIn... con l'Islanda, punto d'incontro tra continenti e terra di saghe e leggende. L'Islanda è una meta che ci attira da tempo e stilare questo itinerario ci ha permesso di conoscerla un pochino più a fondo, sognandola ad occhi aperti.

 

L'itinerario è stato concepito per il periodo estivo e per ragazzi con budget medio, prevedendo pernottamenti in guesthouse con bagno in comune.


Come arrivare in Islanda e come spostarsi


Per raggiungere Reykjavik consigliamo la compagnia aerea WowAir ( Link ), una low cost islandese con voli diretti da Milano e Roma. Per muoversi sull'isola la cosa migliore sarebbe prenotare un 4x4, ma se optate per una trazione standard allora evitate le Strade F ( percorribili solo in 4x4 ) e monitorate sempre le condizioni del manto stradale su www.road.is

 


Itinerario


Per il seguente itinerario non è necessario un 4x4 in quanto non sono previste Strade F. Tuttavia sono presenti diversi tratti di sterrato in particolare nei WestFjords.

 

Giorno   1: Milano/Roma - Reykjavik

Giorno   2: Reykjavik

Giorno   3: Reykjavik - Hella

Giorno   4: Hella - Kirkjubaejarklaustur

Giorno   5: Kirkjubaejarklaustur - Höfn

Giorno   6: Höfn - Reykjhalid

Giorno   7: Reykjhalid - Húsavik

Giorno   8: Húsavik - Hólmávik

Giorno   9: Hólmávik - Isafjordur

Giorno 10: Isafjordur - Stykkysholmur 

Giorno 11: Stykkysholmur - Reykjavik

Giorno 12: Penisola Reykjanes

Giorno 13: Reykjavik - Milano/Roma


Reykjavik


 

Cosa Visitare

Il modo migliore per conoscere Reykjavik? A quanto pare è un bel walking tour di 2 ore completamente gratuito ( per info: www.citywalk.is ). Tanto basta per conoscere la capitale islandese che non ha grandi cose da offrire a parte la chiesa luterana di Hallgrimskirkja, la vista panoramica dal Perlan e l'isola di Videy.

 

 

Dove Mangiare

Se è vero che mangiare in Islanda costa parecchio... allora è meglio provare Baejarins Beztu, considerato il migliore hot-dog del paese a prezzi contenuti ( € 2.5 ). Anche Tommi's Burger Joint non sembra affatto male, mentre per una prelibatezza locale ( la testa di pecora ) è molto consigliato BSI Drive Through.

 

 

Nightlife

Per un po' di movida la location è Laugavegur, la strada di bar e locali. Tra i migliori il Rosenborg, entrata gratuita e musica jazz, il Bar 11, rock music fino a tarda notte, e il Kex Hotel anche se chiude presto ( 10/11 di sera ).

 

 

Dove Dormire


Reykjavik - Hella


Tappa: 248 chilometri di strada percorribili in in circa 5 ore, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Circolo d'Oro ( Thingvellir, Geysir, Gullfoss ) e la Valle Thjorsardalur ( Hjalparfoss, Háifoss ).

Partenza al mattino da Reykjavik in direzione Thingvellir, parco nazionale e sito UNESCO, dove dominano storia ( primo parlamento del mondo ) e natura ( qui si incontrano la placca americana e quella europea ). La zona è fortemente vulcanica e la seconda tappa è Geysir, nella valle di Haukadalur, dove l'attività vulcanica islandese si palesa con sorgenti di acqua calda e geyser ( i più importanti sono Stokkur Geysir ). La terza tappa è Gullfoss una delle più belle cascate islandesi. 

Nella seconda parte di giornata si attraversa la valle Thjorsardalur attraverso la strada 32. Hjalparfoss, Gjáin e soprattutto Háifoss sono i posti da non perdere anche se richiedono qualche escursione su sterrato.

 

Dove Dormire

  • GuestHouse Nonniwww.bbiceland.com - Doppia con bagno in comune e colazione per € 120.
  • Hotel Kanslarinn - www.kanslarinn.is - Doppia con bagno in comune per € 130.



Hella - Kirkjubaejarklaustur


Tappa: 246 chilometri di strada percorribili in in circa 4 ore e mezzo, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Seljalandsfoss, Skogafoss, Dyrhólaey, Fjadrárgljúfur

 

Al mattino si lascia Hella e dopo circa mezzora si arriva alla cascata più spettacolare del paese: Seljalandsfoss. Da qui si può prendere un bus 4x4 per Thorsmork ( € 65 ), una riserva naturale con sentieri immersi in panorami spettacolari.

Tornati alla macchina a Seljalandsfoss, la tappa successiva è la cascata di Skogafoss, imponente e fotogenica. Dopodiché si prosegue verso il Promontorio di Dyrhólaey di origine vulcanica con scogliere alte centinaia di metri che si buttano a picco nel mare. Ultima tappa dopo la cittadina di Vík è il canyon di Fjadrárgljúfur.

 

Dove Dormire


Kirkjubaejarklaustur - Höfn


Tappa: 180 chilometri di strada percorribili in in circa 2 ore e mezzo, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Skaftafell National Park, Jökulsárlón.

 

La giornata prevede un percorso relativamente breve che porta allo Skaftafell National Park, parte meridionale del Vatnajokull National Park. Qui ci sono diversi sentieri di diverse difficoltà che possono essere percorsi per arrivare ai piedi dei ghiacciai. La seconda tappa di giornata prevede la sosta a Jökulsárión, la laguna di ghiaccio, dove ammirare lo spettacolo degli iceberg distaccati dai ghiacciai circostanti. Infine tappa ad Höfn per la notte.

 

Dove Dormire

  • Nypugardar Guesthouse - www.glacierview.is - Doppia con bagno in comune per € 106.
  • Hafnarnes Guesthouse - www.hafnarnes.is - Doppia con bagno in comune per € 95.

Höfn - Reykjahlid


Tappa: 448 chilometri di strada percorribili in in circa 6 ore, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Lago Myvatn e Reydarfjordur.

La giornata prevede principalmente una tappa di trasferimento dal sud dell'Islanda al nord sfiorando  i fiordi orientali che si percorrono in macchina. Sarà necessario deviare dalla N1 per visitare Fáskrúdsfjördur  e Reydarfjördur. Quindi ci si ricongiunge con la N1 per raggiungere Reykjahlid sulle sponde del Lago Mytavn. Qui ci si può rilassare con un bagno termale oppure circumnavigare il lago in macchina visitando gli pseudo crateri di Skútustadir o salendo con una passeggiata di mezzora sul Vindbelgjarfjall per godere dei bei panorami offerti dalla zona. Poco prima di Reykjhalid, lungo la N1, ci si può fermare a visitare Hverir e le sue pozze di fango ribollente circondate da colline coloro ocra. 

 

Dove Dormire

  • Elda Guesthouse -  www.elda.is/en/ - Doppia con bagno in comune per € 155.

Reykjhalid - Húsavik


Tappa: 147 chilometri di strada percorribili in in circa 3 ore, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Dettifoss, Selfoss, Asbyrgi Canyon e Whale Watching.

Pochi chilometri ma tanti paesaggi ed esperienze diverse. Da Reykjhalid si va ad imboccare la Strada 862 e ci si addentra nello Jökulsárglijúfur, uno splendido canyon che ospita le cascate di Dettifoss, dalla potenza spaventosa, quelle di Selfoss, con la loro forma a ferro di cavallo, e, infine, il canyon di Asbyrgi, rifugio degli dei.

Nel pomeriggio si raggiunge Húsavik dove con North Sailing ( Link ) si potrà scoprire il mondo delle balene. Il giro in barca dura circa 3 ore al costo di circa € 75 a testa ed è possibile farlo ai seguenti orari: 15.00, 16.00, 16.30, 17.00, 18.00.

 

Dove Dormire


Húsavik - Hólmávik


Tappa: 426 chilometri di strada percorribili in in circa 5 ore e mezzo, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Godafoss.

Questo tappone di oltre 400 km è principalmente di trasferimento. L'attrazione principale è la cascata di Godafoss ( cascata degli dei ) che si raggiunge poco dopo la partenza da Húsavik. La restante parte del viaggio prosegue lungo la N1 attraversando Akureyri, seconda città del paese dove poter fare una sosta, per poi arrivare ad Hólmávik, porta di ingresso della regione dei fiordi occidentali.

 

Dove Dormire

  • Fiona Hotel Guesthouse - www.finnahotel.is - Doppia con bagno privato per € 157.
  • Iceland Visit Hostel - Link - Letto in dormitorio per € 60.

Hólmávik - Ísafjordur


Tappa: 221 chilometri di strada percorribili in in circa 3 ore, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Ísafjordur ed fiordi circostanti.

Il tragitto porta da Hólmavik alla capitale dei fiordi occidentali, Ísafjordur, attraversando una parte della regione con splendidi panorami. Da Ísafjordur è poi possibile esplorare i dintorni, come Bolungarvík e il monte Bolafjall.

 

Dove Dormire


Ísafjordur - Stykkyshólmur


Tappa: 178 chilometri di strada percorribili in in circa 5 ore, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Dynjandi.

Da Ísafjordur, lungo la strada 60, si costeggiano dapprima i fiordi occidentali con i loro panorami e poi si giunge alla bellissima cascata di Dynjandi. La tappa successiva è il molo dei traghetti di BRJÁNSLAEKUR da dove imbarcarsi per Stykkishólmur. Il traghetto parte alle 12.15 e compie una traversata di circa 2 ore e mezza per raggiungere la porta di ingresso della penisola di Snaefellsnes. Il traghetto si prenota tramite il sito www.seatours.is

 

Dove Dormire

  • Grund í Grundarfirdi - Link - Doppia con bagno in comune per € 109. La Guesthouse si trova a Grundarfjordur.

Styykishólmur - Reykjavik


Tappa: 281 chilometri di strada percorribili in in circa 4 ore, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Grundarfjördur, Kirkjufell e lo Snaefellsjökull National Park.

Ecco l'ultima tappa del road trip. La giornata è dedicata alla Snaefellsnes Peninsula, che ospita lo Snaefellsjökull National Park ( Centro informazione a Hellnar ). Prima del parco nazionale, è però d'obbligo la sosta a Grundarfjördur dove il Kirkjufell si mostra in tutto il suo splendore.

Dopo la visita allo Snaefellsjökull National Park si potrebbe pensare di allungare fino alle cascate di Hraunfossar, ma la deviazione è di circa 100 km ( un'ora abbondante di viaggio ).

 

Dove Dormire: Vedi Reykjavik


Reykjanes Peninsula


Tappa: 128 chilometri di strada percorribili in in circa 2 ore e mezza, al netto delle eventuali soste. 

 

Da Vedere: Blue Lagoon, Krisuvik.

Ultimo giorno in Islanda dedicato alla scoperta della penisola di Reykjanes, considerata patrimonio UNESCO. Prima tappa è il bridge between continents vicino Sandvík che unisce la placca americana a quella europea. 

Si prosegue poi per Gunnhuver e le sue pozze di fango ribollenti. Dopodiché è tempo di relax alla Blue Lagoon ( Link ) con acqua di color turchese a 37°/39°. Per poter accedere l'ingresso è a partire dai € 50. 

Dopo il relax si rientra a Reykjavik lungo la strada 42 che consente di visitare Krisuvik, altra area geotermale di interesse.

 

Dove Dormire: Vedi Reykjavik


Allora come vi sembra questo itinerario? Fattibile, migliorabile? Se siete già stati in Islanda dateci qualche suggerimento... se avete preso spunto dall'itinerario lasciate un feedback ... 


Post Collegati




E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. 

E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Copyright © 2010 - 2017 Poppackers Travel Blog by Federica Sala & Marco Muzii. All rights reserved