Lisbona - Belem ed Estrela

COSA VEDERE A BELEM ED ESTRELA, I QUARTIERI OCCIDENTALI DI LISBONA

#PORTOGALLO #LISBONA #WEEKEND

Se ti piace il nostro blog... 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Torre de Belém

Il Chiado, il Bairro Alto e l'Alfama sono sicuramente il cuore pulsante di Lisbona, ma se volete riscoprire i fasti dell'epoca delle grandi scoperte o passeggiare in zone meno battute dal turismo allora spingetevi ad ovest ... il Tram 28 vi porterà ad Estrela, poi potete raggiungere le nuovissime Docas e camminare lungo il Tago fino a Belem, dove trovare e scoprire due dei simboli di Lisbona:

  • la mitica, scenografica ed affascinante Torre de Belem
  • le ottime Pasteis de Belem, le note tartellette a base di crema di uovo

COSA VEDERE A Estrela

Dopo aver superato il Bairro Alto ed il Chiado la corsa del mitico Tram 28 prosegue verso ovest, più precisamente verso la collina di Estrela, superando Rua de São Bento ed arrampicandosi lungo la Calçada de Estrela. 

Basilica de Estrela

Scendete proprio di fronte alla Basilica da Estrela, le cui cui torri campanarie e la cupola sono individuabili praticamente da ogni punto della città. L'interno decorato in marmo merita una visita, così come vale la pena di salire sulla cupola per ammirare la vista sulla città.

 

Proprio di fronte alla Basilica si trova il Jardim da Estrela, uno dei principali parchi di Lisbona, dove passeggiare nel più completo relax... immancabili i chioschi per godersi un caffè nel verde. 

 

Prima di continuare la vostra corsa verso ovest, prendetevi un'oretta per passeggiare tra le vie poco affollate e residenziali del quartiere. Tornate magari in Rua de São Bento tra negozi d'antiquariato, gallerie d'arte, street art e cafè. Una foto all'imponente Palácio da Assembleia da República e poi via verso le Docas.

Booking.com

Docas e LX Factory

Prendete il 727 e scendete dopo 11 fermate nel cuore di Alcantara a pochi minuti a piedi da LX FactoryQuest'area per oltre due secoli è stato un importante centro industriale caduto poi in declino ed in rovina. Nel 2008, però, i capannoni industriali sono stati recuperati e occupati da bar, ristoranti, librerie e botteghe donando a Lisbona uno spazio in forte fermento culturale. Ogni Domenica, poi, ha qui sede il Lx Market, un mercato ambulante di vestiti ed oggetti di artigianato.

Una piacevole ed inaspettata scoperta post-industriale in una città dall'atmosfera retrò.

Usciti da LxFactory e superata la ferrovia con un sottopassaggio pedonale, ecco che vi ritrovate sul porto, sulla Doca de Santo Amaro, praticamente al di sotto del ponte 25 de Abril. Anche questa zona è stata recentemente recuperata ed ospita una quantità notevole di ristoranti e locali. Perfetta per due passi a pranzo o la sera al tramonto.


SCOPRI L'ELEGANZA DI LISBONA ...

SCOPRI IL CHIADO!


COSA VEDERE A BelEm

Dalla Doca de Santo Amaro parte una passeggiata pedonale lunga circa 4 chilometri che consente di raggiungere Belem a piedi costeggiando il placido Tago e superando la struttura di design del MAAT ( Museo di Arte, Architettura e Tecnologia ) che offre un po' di riparo dal sole.

Al termine della passeggiata potrete riposarvi un pochino al Jardim de Belem con il Ponte 25 de Abril sullo sfondo.

 

Che dire di Belem? Sicuramente un quartiere dove i fasti coloniali portoghesi emergono nello stile manuelino del meraviglioso Mosteiro dos Jerónimos, un capolavoro unico nato nel 1501 per rendere omaggio alle scoperte di Vasco da Gama, di cui oggi ospita la tomba; nell'imponenza del Padrão dos Descrobimientos, una scultura alta 52 metri in cui sono raffigurati tutti i grandi esploratori portoghesi; nel fascino antico della Torre de Belem, un bastione in mezzo al mare posto, un tempo, a difesa del porto di Lisbona, oggi perfetta decorazione di un tramonto che illumina l'Oceano Atlantico ... quell'Oceano per secoli solcato da caravelle portoghesi.

 

Un consiglio per visitare Belem: se potete non fatelo durante il weekend e, soprattutto, durante la prima domenica del mese, quando le varie attrazioni sono gratuite. Il numero di turisti è, infatti, impressionante ... forse vale la pena spendere qualche euro in più, ma non assistere alla ressa che ci siamo trovati di fronte all'ingresso del Mosteiro dos Jerónimos. In ogni caso cercate di arrivare a Belem nel pomeriggio inoltrato, in modo da poter vivere le prime luci del tramonto seduti di fronte alla Torre de Belem che si colora di oro.

Belém è famosa nel mondo non solo per i suoi monumenti, ma anche per i dolci chiamati Pastéis de Belem. Non a caso si trova proprio qui la Antiga Confeitaria de Belem che dal 1837 sforna queste tartellette ripiene di crema all'uovo. Purtroppo, durante il giorno, la coda per poter comprare le mitiche Pastéis è notevole ... tornate la sera o poco dopo il tramonto, quando invece non troverete quasi nessuno.  ( In ogni caso, potrete trovare Pastéis de Nata, l'altro nome di questi dolci, in tutta la città ... quindi non perdete troppo tempo in code abbastanza inutili ).

 

Speriamo che questo post su Belem, Estrela ed i quartieri occidentali di Lisbona possa essere stato utile... se avete ulteriori informazioni da chiedere o volete aggiungere qualcosa! Scrivete...



Poppackers in front of the ininity

" EVERY LONG JOURNEY BEGINS WITH A SINGLE STEP "

poppackers - facebook
poppackers - instagram