Kyoto in 3 giorni - giorno 3

ITINERARIO DI 3 GIORNI ALLA SCOPERTA DI KYOTO, LA CITTÀ DEI MILLE TEMPLI

Poppackers - logo

Se ti è piaciuto il nostro blog...


Geisha nel quartiere di Gion a Kyoto

 

"Ci si dimentica a volte quanto possa essere 

incantevole una geisha."

Arthur Golden

 

Eccoci arrivati alla terza ed ultima giornata del nostro tour di Kyoto in 3 giorni. Oggi ci dedicheremo alla scoperta del quartiere Arashiyama, circondato da splendide colline che durante la stagione autunnale si tingono di mille colori. Nel pomeriggio ci sposteremo poi nella zona più centrale di Kyoto per un giro al Nishiki Market, una visita al Castello di Nijo e quattro passi per acquistare gli ultimi souvenir. La serata, invece, sarà interamente dedicata alla scoperta del quartiere di Gion, il quartiere delle Geisha da visitare possibilmente con un tour guidato che vi consenta di apprezzare davvero ogni vicolo di questo posto sospeso nel tempo.

 

Pensiamo che questo possa essere un buon modo per congedarsi dalla capitale culturale del Giappone dopo due giornate all'insegna di bellissimi templi. In quest'ultimo dei 3 giorni a Kyoto potrete infatti dedicarvi a scoprire aspetti diversi della città: la cultura della geisha, il palcoscenico naturale in cui Kyoto è inserita, la sua anima commerciale e moderna.

itinerario di kyoto in 3 giorni - parte 3

Primo Giorno

  • Kinkaku-ji ( Padiglione d'oro )
  • Ryōan-ji 
  • Higashiyama Sud
  • Kiyomizu-dera
  • Pontochō

Secondo Giorno

  • Fushimi Inari
  • Higahiyama Nord
  • Kobe

Terzo Giorno

  • Arashiyama
  • Nijō Castle
  • Nishiki Market
  • Giōn
Booking.com

kyoto in 3 giorni - terzo giorno

il quartiere di arashiyama

Un itinerario di Kyoto in 3 giorni non può non prevedere una mattinata nella zona di Arashiyama, soprattutto se state visitando la città dei mille templi durante il periodo primaverile o durante il momijigari, l'Autunno giapponese, quando le colline che circondano il quartiere si tingono dei mille colori del foliage autunnale

Molto famoso per la sua foresta di bambù, il quartiere di Arashiyama ( in realtà, la zona è divisa nei due quartieri di Sagano e Arashiyama ) ha molto più da offrire, tra templi zen con splendidi giardini, piacevoli vie in cui passeggiare tra cafè e ristoranti e incantevoli panorami.

Le colline di Arashiyama e il ponte Togetsukyo

Ma cosa c'è da vedere ad Arashiyama?  Cominciamo con un tempio, immancabile in qualunque zona di Kyoto. Stiamo parlando del Tenryu-ji, che rientra nel patrimonio UNESCO della città e domina il quartiere di Arashiyama fin dal 1339 quando venne costruito. Molto bello esternamente, il Tenryu-ji ( 100 yen ) è circondato da meravigliosi giardini ( 500 yen ) che durante l'autunno si colorano d'immenso. Il Tenryu-ji rimane aperto dalle 8:30 alle 17:30. 

Il Tenryu-ji ad Arashiyama
I bellissimi giardini del Tenryu-ji ad Arashiyama

Terminata la visita al Tenryu-ji potete dirigervi verso uno dei simboli di Arashiyama: il Ponte Togetsukyo, la cui forma si inserisce perfettamente nell'ambiente circostante dominato sullo sfondo dai colori delle colline di Arashiyama. 

Prima di continuare la visita del quartiere potete rilassarvi un pochino sulle sponde del placido fiume Katsura, godendovi la vista e l'atmosfera.

 

E' tempo poi del simbolo di Arashiyama per eccellenza: la foresta di bambù. Per poterla apprezzare è necessario arrivare presto al mattino quando l'assenza di turisti consente di godere in pieno dei particolari: il sole che fa capolino tra le altissime canne, il frusciare del vento, il verde intenso in cui sarete immersi ... Noi abbiamo potuto visitarla verso le 11 e, probabilmente per questo, non ci ha particolarmente impressionato. Le foto che si vedono online sono davvero bellissime e per questo avevamo grandi aspettative, avevamo l'idea che la foresta di bambù di Arashiyama fosse un posto quasi mistico. La realtà ci ha un po' deluso ... per carità, camminare in una fitta vegetazione di canne di bambù non è cosa da tutti i giorni, ma tra le varie cose vissute a Kyoto e in Giappone questo posto non ci è rimasto particolarmente nel cuore.

Foresta di bambù Arashiyama

Come arrivare ad Arashiyama? Raggiungere Arashiyama dalla Stazione di Kyoto è davvero molto semplice, basta infatti salire su un treno della JR Sagano Line, che è inclusa all'interno del Japan Rail Pass, e scendere alla stazione di Saga-Arashiyama dopo circa 15 minuti.

 

Altre cose da fare ad Arashiyama

Arashiyama non finisce certo con le cose che vi abbiamo appena descritto, infatti potreste passarci tranquillamente tutta la giornata. Se dopo 3 giorni a Kyoto non siete ancora sazi di templi, potete pensare di visitare il Gyo-ji, un tempio letteralmente nascosto dal muschio nel bel mezzo della foresta. Per un'esperienza particolare si può raggiungere il Monkey Park di Iwatayama dove fare conoscenza con i macachi giapponesi. 

 

Durante il momijigari autunnale una cosa piacevole ad Arashiyama è salire sul treno panoramico della Sagano Scenic Railway che collega la stazione di Torokko Sagano ( che si trova di fianco a quella di Saga-Arashiyama ) con Kameoka seguendo il corso del fiume Hozugawa e regalando bellissimi paesaggi.

Il viaggio dura 25 minuti ed il prezzo del biglietto è di 620 yen a tratta per gli adulti e nel caso foste interessate vi consigliamo di comprare i biglietti con anticipo soprattutto durante il periodo autunnale. I biglietti si possono acquistare direttamente presso la stazione di partenza di Torokko Sagano oppure presso la biglietteria JR della stazione di Kyoto.

 

Un buon sushi ad Arashiyama

Se dopo tutto queste visitare vi è venuta fame... allora abbiamo un bel posticino da consigliarvi per dell'ottimo sushi: Sushi NaritayaPosto piccolino, ( una decina di coperti al massimo ) gestito da moglie e marito, dover sfuggire dalla massa di turisti e rilassarsi con del sushi davvero gustoso. 



nijo castle

Nella città dei mille templi ecco un sito Unesco di diversa natura: il Nijo Castle. Costruito nel 1603 come residenza dello shogun Tokugawa Ieyasu, il Nijo Castle ha svolto funzione di palazzo degli shogun e successivamente di palazzo imperiale fino a quando non è stato donato alla comunità ed aperto al pubblico.

La struttura del Nijo Castle, ottimo esempio di architettura medievale giapponese, è circondata da un fossato difensivo e suddivisa in tre macro aree: Honmaru ( la zona difensiva principale, ricostruita nel 1893 ), Ninomaru ( la zona difensiva secondaria ) e la zona dei giardini.

Si può camminare liberamente in tuta l'area, mente solamente il Ninomaru può essere visitato internamente.

 

L'ingresso al Nijo Castle costa 600 yen, è poi possibile noleggiare una audioguida per ulteriori 500 yen o prendere parte a visite guidate di 90 minuti per2000 yen ( la visita guidata è tenuta in inglese e organizzata due volte al giorno ). Gli orari di ingresso vanno dalle 9 alle 16.

 

Come arrivare al Nijo Castle ?

Da Arashiyama se si è dotati di Japan Rail Pass si può prendere da la JR San-In Line e scendere alla Nijo Station. 



NISHIKI MARKET e lo shopping a kyoto

Poiché siamo arrivati all'ultimo pomeriggio di questo itinerario di Kyoto in 3 giorni, è il momento di scoprire anche l'anima più commerciale dei questa città e fare qualche acquisto. Cominciamo quindi dal Nishiki Market, il mercato storico e principale di Kyoto, dove i primi negozi all'ingrosso di pesce nacquero già a partire dal 1300 per poi trasformarsi pian piano i negozi al dettaglio di diverse tipologie. IL Nishiki Market si sviluppa lungo una via coperta che occupa ben 5 isolati, ricca di bancarelle disposte una affiancata all'altra che vendono praticamente ogni genere di alimento, alcune offrendo anche degli assaggi gratuiti. Non solo street food e cibi giapponesi però, al Nishiki Market potrete trovare anche oggetti di artigianato locale in una bella atmosfera tipicamente nipponica per quanto caotica. 

 

Al Nishiki Market dovrete armarvi di pazienza perché è spesso estremamente affollato per la presenza di turisti ma anche di tanti locali che ancora lo considerano la "dispensa di Kyoto". 

 

Dove si trova il Nishiki Market ?

Il Nishiki Market si trova nel cuore di Kyoto, si può raggiungere in metro dalla Stazione di Kyoto con la Karasuma Line ( fermata Shijo Station - 210 yen ). I negozi rimangono aperti dalle 9 del mattino fino alle 5 del pomeriggio. Arrivando dal Nijo Castle, invece, potete prendere il bus 12 e scendere dopo 6 fermate.

 

 

Una volta terminata la vostra visita al Nishiki Market, se siete in cerca di qualche souvenir potete spostarvi nelle vicine Teramachi Dori Shinkyogoku, anch'esse coperte e piene di negozi ed acquirenti. Le bancarelle che una volta vendevano tè pregiato ora sono state rimpiazzate da negozi di souvenir ed high-tech ... non certo imperdibili ma utili se volete fare qualche acquisto last minute per parenti ed amici.


PER UN'ESPERIENZA AUTENTICA E SPIRITUALE TI CONSIGLIAMO ...

 

UN GIORNO SUL MONTE KOYA


gion

Non si può chiedere di meglio del quartiere di Gion per chiudere in bellezza questa 3 giorni a Kyoto. Gion è un quartiere davvero incantevole che ha conservato tutti il suo fascino storico dove riscoprire il Giappone tradizionale. Tra i numerosi palazzi in legno e le lanterne accese, la sera è possibile imbattersi nelle "mitologiche" geishageiko nel dialetto di Kyoto ) che si muovono veloci per raggiungere una delle numerose case da tè.

E' bellissimo perdersi tra le vie ed i vicoli di Gion che vi riporteranno indietro nel tempo ( in particolare fate un salto a Shirakawa Minami-dōri davvero un piccolo gioiello ),  ma per apprezzare al meglio quello che state vedendo e per capire di più sulla figura della geisha nella cultura giapponese vi consigliamo caldamente di prenotare una tour guidato di Gion. Noi abbiamo utilizzato questo tour serale  di circa un'ora e mezza che, per meno di € 10 a persona, vi farà scoprire la storia di Gion ed il suo legame con la cultura delle geisha. Provatelo perché davvero vi aiuterà a conoscere questo quartiere che ancora oggi ruota intorno alle case da tè ed alle arti tradizionali.

I vicoli di Gion

Sebbene ora sia diventato il quartiere delle Geisha, Gion in realtà si sviluppò e crebbe principalmente per motivi religiosi. Il Santuario Yasaka ( gratuito ed aperto tutti i giorni ) ha attirato  fin dalla sua costruzione in epoca medievale numerosi pellegrini che iniziarono a trovare ristoro proprio nelle vicinanze del santuario dove sorsero pian piano sempre più locande e taverne. Ancora oggi il Santuario shintoista Yasaka è una delle attrazioni principali di Gion e di Kyoto e merita sicuramente di essere visitato.

 

Inoltre se volete conoscere meglio la cultura giapponese e le sue antiche arti ( il teatro, la danza, la musica, la cerimonia del tè ) allora potete pensare di prenotare il vostro posto presso il Gion Corner. Qui in Aprile le maiko, apprendiste geisha, si esibiscono pubblicamente in spettacoli di danza Miyako Odori.

Maiko per le vie di Gion

Come arrivare a Gion ? 

Se arrivate dal Nishiki Market potete raggiungere il quartiere di Gion tranquillamente a piedi in 10 minuti. Se, invece, arrivate dalla Stazione di Kyoto la via più veloce è quella di usare la JR Nara Line fino a Tōfukuji e poi prende la Keihan Main Line fino alla stazione Gion-Shijō.

Cenare a Gion

Se volete cenare a Gion vi consigliamo un buon posto dove provare gli okonomiyaki: Gion TantoAnche in questo caso il posticino è davvero piccolo e caratteristico, ogni tavolo ha la sua piastra e si mangia seduti sul tatami ... per cui via le scarpe all'ingresso e... いただきます itadachimasu ... buon appetito! ).



Poppackers in front of the ininity

" EVERY LONG JOURNEY BEGINS WITH A SINGLE STEP "


GIAPPONE


KYOTO


TOKYO


ALPI GIAPPONESI