Fez : la città più bella del Marocco

COSA VEDERE E COSA FARE A FEZ, LA CITTÀ PIÙ BELLA DEL MAROCCO CHE VI INCANTERÀ CON LA SUA MEDINA

poppackers-banner

#MAROCCO #VIAGGI #FEZ

Se ti piace il nostro blog... 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Fez, la città più bella del Marocco

 

"Esistiamo ad un millimetro di distanza

dall'eternità

che è un silenzio rovesciato"

Abdelmajid Banjelloun

 

 

Nel nostro viaggio in Marocco siamo partiti da Marrakechche nell'immaginario collettivo è probabilmente la città più rappresentativa del paese; abbiamo poi attraversato i meravigliosi paesaggi dell'Atlante circondati da kasbah e tradizioni berbere per giungere tra le dune del deserto di Erg Chebbi; infine siamo risaliti verso nord per innamorarci della città blu di Chefchaouen e, come tappa conclusiva, eccoci a Fez, quella che per noi è stata la città più bella del Marocco.

 

Immersa in un paesaggio che pare più quello della nostra Toscana che ciò che ti aspetteresti dal Marocco, Fez è una città dalle dimensioni rilevanti (oltre un milione di abitanti) di cui in realtà si visita principalmente il quartiere Fez El Bali, ovvero l'antica medina che detiene una serie di interessanti record:

  • Ospita la più antica università del mondo: l'Università al-Qarawiyyin fondata nel 859 d.C. 
  • Si tratta della medina più grande di tutto il mondo arabo
  • E' considerata l'area urbana più grande al mondo dove è vietato il transito di automobili
  • Ospita la più antica conceria del mondo: la Conceria Chouara, creata nel XI secolo

Non resta, quindi, che scoprire qualcosa di più su Fez, la città del Marocco dalle mille sorprese.

Fez - Conceria Chouara, la più antica del mondo

fez - dove dormire

Tolta la magia del deserto di MerzougaFez ci ha riservato l'accoglienza migliore di tutto il nostro viaggio in Marocco; per questo non possiamo che consigliarvi di prenotare al Riad Ahlam.

Booking.com

Come abbiamo scritto nella nostra recensione su Tripadvisor, al Riad Ahlam ci siamo sentiti in famiglia. Il posto si trova in uno degli innumerevoli vicoli della medina di Fez El Bali ma avendo l'indirizzo è abbastanza facile da trovare. L'ingresso sembra abbastanza modesto, ma una volta entrati non potrete che rimanere incantati dalla bellezza del cortile interno che, come in tutti riad, è adibito a spazio comune dove fare colazione, rilassarsi con un tè o consumare un pasto.

 

Le camere affacciano tutte sul cortile interno e la nostra, al primo piano è stata davvero speciale, molto spaziosa, con un bel lettone matrimoniale ed un bagno davvero super dotato di una splendida doccia. Il tutto per € 106 a notte, colazione (e che colazione) compresa.

 

Il proprietario ci ha accolti davvero come fossimo di famiglia e tutto lo staff è stato gentilissimo, in particolare la cuoca a cui vanno i nostri più sinceri complimenti perché ci ha davvero viziato e deliziato tanto che abbiamo mangiato presso il Riad entrambe le sere e non potevamo fare scelta migliore. Una cena al Riad Ahlam costa tra i € 15 e i € 20 in base al menu che scegliete che comprende antipasti, un piatto (tajine di manzo o di pollo oppure cous cous, dessert e l'immancabile tè alla menta).

 

Se state cercando un posto dove dormire in città a Fez, quindi, davvero provate questo meraviglioso Riad.

Booking.com

SCOPRI TUTTO IL FASCINO DEL SAHARA ...

 

UNA NOTTE TRA LE DUNE A MERZOUGA


fez : cosa vedere in due giorni

fez el bali

Non c'è alcun dubbio che la medina di Fez El-Bali sia il cuore pulsante della città di Fez e, in qualche modo, di tutto il Marocco. Patrimonio dell'Umanità dal 1981, fondata oltre 1200 anni fa, Fez El Bali è un labirinto vero e proprie di vicoli, se ne contano più di 9400, dove tutti i vostri sensi verranno inevitabilmente sconvolti. 

 

Fez El Bali è il colore vivido degli splendidi zellij che ornano le scuole coraniche e le moschee ed il blu di acceso ed inconfondibile della maestosa Bab Bou Jeloud, perfetta porta d'ingresso della medina; Fez El Bali è il rumore degli zoccoli di muli carichi di ogni cosa preceduto dal rituale "Balak!" (Attenzione!) dei mulattieri, è il suono ritmato di Place Seffarine dove gli artigiani del posto battono l'ottone e il rame per dare vita alle loro creazioni;  Fez El Bali è l'odore pungente, a tratti nauseabondo, delle pelli lavorate nella storica Conceria Chouara, dove ancora oggi si usano guano, vernici naturali ed il sudore e la fatica dell'uomo per fare quello che ovunque nel mondo viene svolto in modo industriale, ma al tempo stesso Fez è il profumo che proviene dalle bancarelle di street food nel Souk Boujloud.

I vicoli di Fez El-Bali
Artigiani a Fez El-Bali

COSA NON PERDERVI A FEZ EL BALI

Onestamente Fez El Bali va vista camminando, lasciandosi trasportare dall'istinto e dalla gente e lasciandosi stupire e meravigliare dalla sua quotidianità, dalle piccole cose. Non ci sono i classici "grandi monumenti", anche perché l'accesso alle moschee è consentito solamente ai musulmani, ma qualche indirizzo ci sentiamo di suggerirvelo (alcuni li avete già letti prima):

  • Bab Bou Jeloud : la splendida porta di accesso alla medina.
  • Conceria Chouara : la conceria più grande della città di Fez e la più antica del mondo. Uno dei simboli della città.
  • Madrasa Bou Inania splendida scuola coranica fondata nel 1300 accessibile anche ai turisti per soli 20 Dirham ( € 2 ). 
  • Madrasa Al Attarine : situata di fianco all'omonimo souk, questa scuola coranica è forse la più bella del Marocco ed è aperta anche ai turisti sempre per 20 Dirham.
  • Fondouk Nejjarine : un fondouk è un caravanserraglio, il luogo dove sostavano le carovane di mercanti. Questo fondouk, situato nell'omonima piccola e caratteristica piazza, è stato sapientemente ristrutturato recuperando la meraviglia delle sue decorazioni interne e trasformato in piccolo museo del legno. Interessante da visitare anche perché l'ingresso costa solo 20 Dirham.
  • Zaouia Moulay Idriss : il più antico tempio di Fez dedicato al fondatore della città. Purtroppo l'ingresso è proibito a non-musulmani, ma le porte sempre aperte lasciano ammirare la bellezza di questo edificio nascosto tra i vicoli della medina.
Fez El Bali - Zaouia Moulay Idriss

NEL BLU DIPINTO DI BLU

 

CHEFCHAOUEN: LA CITTÀ BLU DEL MAROCCO


Fez el jedid

"Fez la Nuova", ecco il significato di Fez El Jedid, eppure non immaginatevi un quartiere moderno  perché quest'area della città venne costruita a partire dal XIII secolo ampliando la città di Fez. Seppur nettamente più piccolo  e meno famoso del vicino Fez El Bali, questo quartiere merita davvero di essere visitato per poter vedere lo splendido Palazzo Reale Dar El Makhzen, ma soprattutto perché qui venne istituito il mellah, il ghetto ebraico, che riconoscerete per l'architettura delle case dotate di balconi affacciati verso l'esterno. Noi abbiamo trovato questa parte della città di Fez se possibile ancora più autentica delle medina con pochissimi turisti e mercati estremamente caotici, quindi ve la consigliamo vivamente.

 

Partendo da Bab Bou Jeloud ed attraversando l'enorme omonima piazza si arriva su Avenue Moulay Hassan che costeggia una piccola perla nel cuore della città Fez: i giardini pubblici Jnan Sbil, una vera e propria oasi di verde, pace e tranquillità a due passi dai vicoli frenetici della medina. Noi ci siamo stati nel mese di Maggio ed era un tripudio di colori e rose.

 

Proseguendo sulla Avenue Moulay Hassan si raggiunge l'imponente porta Bab Dekkakin da dove parte la Grand Rue de Fez El Jedid dove troverete botteghe artigiane e venditori urlanti di più o meno qualunque cosa. Non vi resta che godervi le scene di vita quotidiana e seguire la folla fino a Bab Semmarine dove comincia il mellah, di cui vi consigliamo di percorrere la piacevole ed interessante via principale senza addentrarvi troppo negli stretti vicoli e senza cedere ai vari tentativi della gente del posto di farvi da guida.

 

Al termine del mellah sulla vostra destra troverete il Palazzo Reale Dar El Makhzen di cui dovete andare a vedere da vicino le splendide porte, che meritano davvero di essere immortalate. 

 

Il Palazzo Reale a Fez El Jedid
I giardini pubblici di Jnan Sbil

Consigli utili per visitare fez

Per prima cosa ci sentiamo di tranquillizzarvi: su internet abbiamo spesso letto o visto video che parlano della visita della medina come una cosa complessa sia per l'insistenza maleducata dei commercianti del posto, sia per la facilità con cui ci si può perdere tra i vicoli di Fez El Bali. 

 

La nostra esperienza è stata in realtà molto positiva sotto entrambi i punti di vista. Onestamente rispetto ad altre città  come Marrakech o Meknes, a Fez la situazione ci è sembrata nettamente migliore, magari perché ormai ci eravamo abituati dopo 9 giorni in Marocco, però siamo riusciti a camminare abbastanza tranquilli senza troppi assilli e senza perderci. Usando il gps del cellulare, seguendo la gente e alcune itinerari indicati sui muri siamo riusciti a destreggiarci senza troppi affanni tra i vicoli di Fez El Bali. Chiaramente se si abbandonano le vie principali è più facile rimanere "fregati", però non ci è parsa questa cosa così impossibile.

 

TOUR GUIDATI DI FEZ

 

Se giustamente volete fare un tour guidato della città rivolgetevi in anticipo a qualche sito "strutturato" ma non cedete alle proposte fatte in loco, nemmeno se ve la propone una guida dotata di tesserino che si fregia del titolo di professore di storia in pensione ... una fregatura. 

Noi da polli ci siamo cascati, ma si sa errare humanum est ed il problema è che a passeggiare a piedi da soli senza una vera e propria meta si ha come l'impressione che Fez ti stia un po' scivolando addosso e ti stia nascondendo dei tesori o delle sorprese che potresti scoprire con una persona del posto ... il problema è che chi si offre di accompagnarvi in realtà vuole farvi scoprire i "tesori" prodotti dai negozianti che pagano loro una commissione sulle vendite. 

Per cui noi ci siamo girati: un negozio di artigiani che lavorano i metalli, un negozio di intagliatori del legno, un negozio di tappeti, un negozio di vestiti, una farmacia/erboristeria ... per carità in alcuni casi è stato anche interessante però non era questo quello he avevamo in mente.

 

Per cui dovessimo tornare indietro cercheremmo di prenotare qualcosa online. 

 

TENETE D'OCCHIO GLI ITINERARI TEMATICI DI FEZ

 

Se volete girare in autonomia senza guide allora può essere utile scegliere e seguire uno degli itinerari tematici di Fez, le cui tappe sono indicate da cartelli colorati (un colore diverso per ciascun tema) e numerati più o meno visibili. 

 

Ci sono 6 circuiti tematici:

  • Mura e Fortificazioni (Arancione)
  • Monumenti e Souk (Marrone)
  • Arti e Mestieri (Rosso)
  • Conoscenze e Competenze (Azzurro)
  • Giardini e Palazzi (Verde)
  • Fez Jdid (Viola)

A voi la scelta!

 

 



Poppackers in front of the ininity

" EVERY LONG JOURNEY BEGINS WITH A SINGLE STEP "

poppackers - facebook
poppackers - instagram

MAROCCO