Scozia - Tour di 10 giorni

da edimburgo a skye passando per le highlands



Scozia - Isola di Skye

descrizione del tour in scozia


Quello che vi stiamo per descrivere è stato il nostro tour di 10 giorni in Scozia, un viaggio che ci ha permesso di scoprire le principali attrazione della Scozia "continentale" partendo da Edimburgo, passando per le Highlands ed arrivando fino all'isola di Skye. 

Il tour di 10 giorni comincia ad Edimburgo, capitale della Scozia, città estremamente affascinante con la sua Old town medievale che sembra rimasta ferma al XVII secolo con i suoi vicoli strettissimi e le sue costruzioni che ancora conservano la struttura del tempo. Le prime 2 notti del tour in Scozia si passano proprio qui, atterrando nel primo pomeriggio in modo da avere un giorno e mezzo a disposizione per la visita.

Dopodiché comincia il vero e proprio roadtrip in Scozia: si noleggia l'auto e si parte verso Stirling, cittadina che ha segnato le tappe principali della storia di Scozia e che ha ospitato la corte del regno nel suo maestoso castello fino al  1603. Nelle pianure visibili dalle sue mura si sono combattute le battaglie dell'eroe nazionale William Wallace. La tappa successiva del tour in Scozia è l'affascinante Dunottar Castle, le cui rovine si trovano in posizione panoramica su delle scogliere in prossimità di Stoneheaven. 

Finalmente si raggiunge Inverness, piacevole cittadina dove passeggiare amabilmente sulle sponde del River Ness e dove passare la notte pronti per partire, il giorno seguente, alla scoperta del "mitologico" Loch Ness, il più famoso Loch di Scozia. Dopo diversi chilometri immersi in panorami collinari lussureggianti si arriva all'Urquhart Castle, le cui rovine si affacciano sul lago di Loch Ness e sono una delle icone di Scozia.

Si termina la giornata cominciando la North Coast 500, la strada delle Highlands, fermandosi per la notte a Tain. Il tour di 10 giorni, quindi, si sposta nelle Highlands, passando dal Dunrobin Castle per arrivare a Wick, dove visitare una distilleria di whiskey, la Old Pulteney, e poi raggiungere le rovine di Castle Sinclair Giringoe, ancora una volta molto suggestive vista la loro posizione panoramica. Altra meta che regala paesaggi spettacolari è il Duncansby Head, da cui si possono vedere le Isole Orcadi all'orizzonte e dove, con un po' di fortuna, troverete dei simpatici puffin appollaiati sugli scogli.

Il paesaggio in questa parte di Scozia è davvero suggestivo ed il tour prosegue fino a Tongue, dove riposare in vista del tappone del giorno successivo. Proseguendo, infatti, lungo la North Coast 500 si raggiunge il micro paesino di Applecross viaggiando su strade costiere tortuose e panoramiche dove continuare a scattare foto da cartolina. 

Finalmente, però, arriva il momento di uno dei posti più affascinanti di questo tour in Scozia: l'Isola di Skye, dove passare due notti immersi in una natura selvaggia, ruvida e magnifica. Si lascia poi Skye, passando da un'altra delle icone di Scozia: l'Eilean Donan Castle, semplicemente stupendo, e poi attraverso veri e propri set cinematografici si raggiunge la placida costa occidentale dove dormire nei pressi della cittadina portuale di Oban

L'ultima tappa di questo tour in Scozia è rappresentata dal Loch Lomond, dove dormire una notte prima del rientro in mattinata ad Edimburgo, in tempo per un'altra mezza giornata di visita prima di prendere l'aereo per il ritorno.


il tour in breve


Giorno 1: Arrivo ad Edimburgo

Una volta raggiunge Edimburgo, si comincia la visita della capitale della Scozia partendo dalle vie della sua Old Town, in particolare dalle zone di Grassmarket e Greyfriars per arrivare poi sulla Royal Mile. Al tramonto, che in estate si verifica intorno alle 22.30, potete salire a Calton Hill per le classiche foto della città.

 

Giorno 2: Edimburgo

Si comincia con la visita del Castello di Edimburgo, maestoso ed imponente. Il tour del castello vi porterà via almeno un paio d'ore. Dopodiché si percorre la parte alta della Royal Mile e poi si abbandona la Old Town per rilassarsi un pochino ai Princes Street Gardens dove gustarsi un panino con vista sulla parte vecchia della città. Nel pomeriggio passeggiate per i viali della New Town e poi proseguite verso Holyrood Palace. Se avete tempo visitate la dimora estiva dei reali inglesi, altrimenti risalite la Royal Mile.

 

Scopri di più: Due giorni a Edimburgo

 

Giorno 3: Edimburgo - Stirling - Dunottar Castle - Inverness

Comincia il vero e proprio tour in Scozia. Noleggiata l'auto ci si dirige verso Stirling, dove visitare la piacevole Old Town ben conservata e l'imponente castello dal quale godersi il panorama sui alcuni dei campi di battaglia più importanti di tutta la Scozia. Nelle vicinanze è anche presente il monumento dedicato al leggendario William Wallace. Si riparte poi alla volta di Stonehaven con l'obiettivo di visitare le affascinanti rovine del Dunottar Castle. Nel tardo pomeriggio si raggiunge la meta finale di questa tappa: Inverness, dove passeggiare piacevolmente la sera sulle rive del fiume Ness,

 

Giorno 4: Inverness - Loch Ness - Urquhart Castle - Glen Affric - Tain

Oggi il tour prevede la visita del quasi mitologico Loch Ness percorrendo piacevoli strade panoramiche sul versante meridionale del lago, che conducono fino a Fort Augustus. Dopo una piccola sosta si riparte in direzione nord-est alla volta dell'Urquhart Castle, probabilmente uno dei castelli più visitati di tutta la Scozia. Per gli amanti del trekking la sosta successiva può essere il Glen Affric, dove è possibile scegliere tra differenti sentieri che offrono paesaggi interessanti. Infine si imbocca la North Coast 500 fermandosi a Tain per la notte.

 

Giorno 5: Tain - Wick - Castle Sinclair - Duncansby Head - Tongue

Finalmente ecco le Highlands! La prima sosta dopo Tain è al fiabesco Dunrobin Castle, poi si riparte raggiungendo Wick, viaggiando su ottime strade costiere dove fermarsi spesso per ammirare il panorama. A Wick si può visitare una distilleria di whiskey, la Old Pulteney e poi raggiungere Castle Sinclair, costruito praticamente a picco sul mare. Prima di raggiungere Tongue, viaggiando in un paesaggio davvero magnifico, è obbligatoria una sosta Duncansby Head, dove tra gli imponenti faraglioni si possono individuare i simpatici puffin.

 

Giorno 6: Tongue - Durness - Applecross

Di tutto il tour questo è forse il tappone. Si viaggia tutto il tempo su strade tortuose ad un'unica corsia con vista mozzafiato sulle scogliere scozzesi. Tappa a Durness per vedere qualche spiaggia in stile caraibico e poi si prosegue sulla North Coast 500 fino a raggiungere il minuscolo paesino di Applecross.

 

Giorno 7: Applecross - Isola di Skye

Finalmente l'Isola di Skye, una delle principali attrazioni di tutta la Scozia! Si parte da Applecross, dopo avere percorso la tortuosa e scenografica strada Balach na Ba, ci si supera Kyle of Lochalsh e si entra su questa magnifica isola. Per pranzo si può sostare a Portree, centro abitato principale, dove visitare il pittoresco e fotogenico porticciolo con i suoi cottage dai colori vivaci. Poi nel pomeriggio, dopo una pausa nel B&B, si possono raggiungere i tre punti panoramici principali di Skye: Old Man of Storr, Kilt Rock e il Quiraing.

 

Giorno 8: Isola di Skye

Giornata interamente dedicata all'Isola di Skye. La prima tappa è il faro di Neist Point, punta nord-occidentale dell'isola, che si può raggiungere dopo una semplice ma spettacolare passeggiata dal parcheggio delle auto. Successivamente ci si sposta verso Dunvegan ( volendo si può visitare il Dunvegan Castle, anche se costa troppo per quello che offre ) e da lì si raggiunge il parcheggio per iniziare il facile sentiero alle Coral Beaches, spiagge bianche di coralli dall'aspetto decisamente caraibico. Infine si raggiungono le rovine del Duntulum Castle, affacciate sull'oceano impetuoso. Ultima tappa: lo Sligachan Bridge, punto fantastico per chi ama fare fotografie.

 

Scopri di più: L'Isola di Skye

 

Giorno 9: Isola di Skye - Eilean Donan Castle - Glenfinnan - Glencoe - Oban

Purtroppo bisogna lasciare l'Isola di Skye per cominciare la parte conclusiva del viaggio. La prima tappa di giornata è lo spettacolare Eilean Donan Castle, davvero un'icona spettacolare della Scozia. Dopo le foto di rito, si viaggia attraverso veri e propri set cinematografici: Glenfinnan con il suo Glenfinnan Viaduct, dove passa il treno per Hogwarts di Harry Potter e Glencoe, il cui suggestivo paesaggio è stato sfondo delle gesta di 007 in Skyfall. Tappa finale: Oban, placida cittadina costiera, dall'atmosfera quasi californiana.

 

Scopri di più: I Migliori Castelli in Scozia

 

Giorno 10: Oban - Invereray - Kilchurn Castle - Loch Lomond

Ultima tappa del road trip in Scozia con partenza da Oban, passando per la cittadina di Inveraray dove visitare l'omonimo castello appartenente ad una delle famiglie più importante di Scozia e di tutto il Regno Unito, il clan dei Campbell, Duchi di Argyll. Si lascia, poi, la costa ed un maniero ancor abitato per raggiungerne uno disabitato da secoli, le cui rovine sono considerate tra le più suggestive nel paese: il Kilchurn Castle. Infine, si vira verso le tranquille sponde del Loch Lomond, in un paesaggio collinare non dissimile da quello dei nostri laghi prealpini.

 

Giorno 11: Loch Lomond - Edimburgo

Giorno della ripartenza verso l'Italia e di chiusura del tour. In mattinata si lascia Loch Lomond per tornale nella capitale e spendere le ultime ore visitando le ultime attrazioni che possono essere il Mary King's Close o la Rosslyn Chapel prima di raggiungere l'aeroporto e salutare la definitivamente la Scozia.



varianti del tour


L'itinerario che vi abbiamo descritto è adatto a persone che vogliono visitare la Scozia on the road senza effettuare trekking particolari. Se invece siete interessati a lunghe camminate, specialmente sull'Isola di Skye, allora valutate di riservare più giorni o di concentrarvi su una parte del paese maggiormente ristretta.

 

Eventuali Varianti 

Una possibile variante, che ci sentiamo di consigliare, consiste nel tagliare la notte nei pressi di Loch Lomond che ci ha abbastanza deluso andando diretti ad Edimburgo. Si aggiunge, invece, una notte ad Aberdeen per spezzare il viaggio tra la capitale scozzese e Inverness, in modo da poter visitare con maggiore calma Stirling ed il tratto di costa tra Dundee ed Aberdeen. 


budget


Budget e costi

Di seguito vi riportiamo l'effettivo costo da noi sostenuto.

In totale per 11 giorni abbiamo speso € 1,500 a testa viaggiando con Ryanair ( € 205 a testa con bagaglio in stiva ) e dormendo per lo più in bed and breakfast carini spendendo una media di € 50 a testa a notte. Per quanto riguarda i pasti a pranzo ci siamo preparati panini facendo la spesa nei vari Sainsbury, mentre la sera abbiamo scelto ristoranti che nella maggior parte dei casi ci hanno soddisfatto spendendo una media di € 30 a testa. 

Se questo budget per voi è troppo alto, tenete presente che la Scozia è famosa per consentire il campeggio libero, di conseguenza si può risparmiare parecchio sul cibo e sul pernottamento.


Booking.com

fede & marco

Poppackers in front of the ininity

" EVERY LONG JOURNEY BEGINS WITH A SINGLE STEP "



facebook


instagram


scopri di più sulla SCOZIA

Scozia - Castello di Inverness
Scozia - Edimburgo da Calton Hill
Scozia - Isola di Skye

mondo - itinerari

Namibia - Sossusvlei
Emirati Arabi - Abu Dhabi

VIAGGIA CON NOI




E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. 

E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Copyright © 2010 - 2017 Poppackers Travel Blog by Federica Sala & Marco Muzii. All rights reserved