Viaggio in Marocco: tra le kasbah dell'Atlante

VIAGGIO IN MAROCCO ALLA SCOPERTA DEI MERAVIGLIOSI PAESAGGI DELL'ATLANTE CHE SEPARANO MARRAKECH DAL DESERTO

poppackers-banner

#MAROCCO #VIAGGI #MARRAKECH

Se ti piace il nostro blog... 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Kasbah del Glaoui tra le montagne dell'Atlante

 

"Nei miei viaggi non ho trovato risposte,

solo meraviglie"

Marty Rubin

 

Abbiamo già parlato di Marrakech, del suo fascino nascosto tra i souk e Jemaa el Fna di cosa vedere avendo a disposizione un paio di giorni; vi abbiamo raccontato della magia di Chefchaouen, la città blu ... un viaggio in Marocco, però, non si può considerare completo se non ci si spinge verso l'Atlante, se non si superano le sue alte vette per poi raggiungere i paesaggi meravigliosi e sorprendenti delle valli e delle gole che separano Marrakech dal deserto del Sahara.

 

 

E' in questa parte del nostro viaggio in Marocco che scoprirete l'anima berbera del paese; è qui che ammirerete i suggestivi Ksar, antichi villaggi fortezza che si confondono con il territorio circostante, ancora oggi abitate da popolazioni che vivono ancora grazie ai frutti che questa terra difficile riesce a produrre; è qui che scoprirete l'incredibile meraviglia di una natura in grado di unire nello stesso luogo tanta aridità e tanta sorprendente vita.

 

Per poter visitare tutta quest'area e scoprire con calma le sue meraviglie ci vorrebbe tempo, forse addirittura una settimana, ma in un paio di giorni (facendo ovviamente delle scelte) potete godervi le sue zone più note e, forse, più spettacolari così da poter inserire l'Alto Atlante nel vostro viaggio in Marocco.

Palmeraie nell'Alto Atlante

da marrakech alle gole del dades

 

Partite presto al mattino di Marrakech, noleggiate la vostra auto e mettetevi in marcia verso le 9 perchè vi aspetta una giornata intensa. 

La prima parte del viaggio vi porterà a salire piano piano, percorrendo N9 (strada asfaltata monocorsia su cui abbiamo trovato diversi lavori di ristrutturazione), tra le vette dell'Atlante in un paesaggio che da verde e collinare diventa sempre più montuoso e roccioso. Raggiungerete i 2260 metri del Passo Tizi n'Tichka da dove vi sembrerà di dominare il mondo e vi stupirete di trovare ad ogni tornante gente pronta a vendervi qualcosa (fiori, erbe, souvenir ...)!

Vista dal Passo Tzichi n Tichka

Superato il passo già potrete cominciare a scorgere le primissime kasbah e a notare le prime donne ricurve al lavoro nei campi e dopo pochi chilometri (4 per l'esattezza) vi troverete di fronte ad un bivio: proseguire verso Ouarzazate lungo la N9 o svoltare sulla P1506 verso Telouet.

Non c'è una scelta giusta, tutto dipende da quello che volete da questo viaggio in Marocco. Se volete stare visitare i posti più classici e famosi allora proseguite sulla N9 e raggiungete velocemente Ouarzazate e Ait Ben Haddou, il cui Ksar è stato usato come set cinematografico per diversi film hollywoodiani. Se, invece, siete più "avventurosi" e volete uscire dai classici tracciati allora vi consigliamo di svoltare e prendere la strada sterrata che porta a Telouet (la strada prosegue poi per Ait Ben Haddou). 

Telouet e la kasbah del glaoui

Come potete da capire dal titolo, noi abbiamo optato per la deviazione verso Telouet e possiamo dirvi di esserne assolutamente felici. Il tratto di strada fino a Telouet è lungo circa 20 chilometri ed è totalmente sterrato, nulla di particolarmente complesso (noi lo abbiamo affrontato con una Fiat Punto) però ovviamente valutate se intraprendere la deviazione in base alle condizioni meteo.

 

La P1506 è davvero affascinante, vi ritroverete da soli in mezzo al Marocco circondati da aride montagne rocciose che nascondono piccoli torrenti latori di vita intorno al cui letto nascono prati verdi e piccoli villaggi berberi.

Villaggi berberi subito il Tizi n'Tichka
Viaggio in Marocco: il duro lavoro nei campi delle donne berbere

La Kasbah del Glaoui sarà la prima vera tappa di giornata di questo mini viaggio in Marocco. Situato ai margini del piccolissimo villaggio di Telouet, questo palazzo oggi vi apparirà in evidente stato di abbandono tanto che, esternamente, non capirete bene il perchè abbiate fatto tutta questa strada per arrivare di fronte a delle poco più che macerie. Fidatevi di voi, parcheggiate l'auto (ci sarà da lasciare una mancia al parcheggiatore)  e dirigetevi verso l'ingresso, in teoria gratuito ma che in pratica vi costerà 10 MAD (€ 1) a testa. 

La Kasbah venne costruita dal pascià Glaoui alla fine del XIX secolo in questo luogo allora strategico per il controllo sull'antica via carovaniera. La vicinanza del pascià ai francesi ha purtroppo fatto sì che dopo l'indipendenza la kasbah venisse totalmente abbandonata ed è quasi un miracolo che gli interni si siano conservati così bene.

Splendidi soffitti, meravigliose decorazioni e complessi zeilligi ornano le stanze di questa kasbah, quando poi vi affacciate dalle finestre lo spettacolo lo regala la natura.

Gli esterni diroccati della Kasbah del Glaoui
I meravigliosi interni della Kasbah di Telouet

Da TELOUET a SKOURA

Superata Telouet e la Kasbah del Glaoui si prosegue sulla P1506 in direzione Ait Ben Haddou distante circa 50 chilometri. La strada, recentemente asfaltata, è bellissima da guidare ed il colore delle rocce e della terra tende a diventare sempre più ambrato. Lungo i letti dei fiumi si susseguono i villaggi berberi dove la gente sopravvive ricavando il massimo da una terra apparentemente ostile.

Dopo circa un'ora arriverete ad Ait Ben Haddour, famosa per il suo ksar cinematografico. Essendoci fermati numerose volte lungo la strada per fare foto eravamo in forte ritardo sulla tabella di marcia, per cui questo ksar abbiamo deciso di godercelo solo da fuori senza visitarlo, avendo letto anche numerose recensioni che parlavano di posto molto turistico. L'esterno è sicuramente affascinante e fa sognare!

 

Dopo la breve sosta ad Ait Ben Haddou il viaggio in Marocco riparte verso Skoura, dove scoprire una bellissima oasi che ospita splendide palmeraie e la Kasbah Amridil, una delle meglio conservate di tutto il Marocco.

Viaggio in Marocco: villaggi berberi verso Ait Ben Haddou
Viaggio in Marocco: antichi villaggi nell'Atlante

COSA FARE A PARTE PASSEGGIARE PER Il SOUK ???

 

SCOPRI MARRAKECH IN DUE GIORNI!


DA SKOURA ALLE GOLE DEL DADES

 

Giunti a Ouarzazate si imbocca la N10 in direzione di Skoura dove si arriva dopo circa 45 minuti. Il panorama è davvero speciale perché si entra in una splendida oasi verde che ospita splendidi palmeti che si estendono per circa 25 chilometri a partire dal letto del piccolo fiumiciattolo che scorre a pochi passi dalla Kasbah Amridil.

Questa Kasbah è una delle meglio conservate di tutto il Marocco sia esternamente che internamente, tanto da essere un vero e proprio museo che conserva anche diversi utensili ed artefatti utilizzati dagli abitanti di questo villaggio fortificato che risale al 1600. L'ingresso costa MAD 20  e, se potete, cercate di fare una visita guidata (in molti siti suggeriscono di chiedere di Reda) per capire bene quello che state visitando. Noi non l'abbiamo fatto e onestamente ce ne pentiamo.

La Kasbah Amridil a Skoura

Chi volesse godersi con calma Skoura può pensare di alloggiare qui dato che all'interno della kasbah è stato ricavato un piccolo hotel: Espace Kasbah Amridil, ottimamente recensito su Booking e Tripadvisor, dove potrete dormire spendendo €30/€40 a notte.

 

Noi, invece, abbiamo scelto di proseguire continuando sulla N10 fino a alle Gole del Dades. La strada attraversa panorami davvero meravigliosi, di un rosso sempre più intenso col sopraggiungere del tramonto, punteggiati da oasi e villaggi. Dopo una quarantina di chilometri si entra nella Valle delle Rose, il cui centro principale è Kelaat M'Gouna. Sembra impossibile parlare di rose nel deserto vero? Eppure in Primavera questa zona del Marocco viene colorata dai petali di questi fiori in grado di resistere al freddo ed alla siccità. Tra fine Aprile e l'inizio di Maggio i campi si riempiono di fiori e le donne dei villaggi passano le loro giornate a raccogliere i boccioli. Troverete bimbi pronti ad accogliervi con collane di rose (ovviamente a pagamento).

Se volete scoprire di più sulla Valle delle Rose, vi consigliamo questo bell'articolo di Viaggio nel Mondo.

 

Una volta arrivati a Boumalne Dades si lascia la N10 per imboccare la R704 che si addentra nelle mitiche e bellissime Gole del Dades. La strada inizia a salire, le pareti diventano sempre più rocciose, il tramonto incombe e in lontananza si vedono nuvoloni carichi di pioggia ... ma questa è un'altra storia che vi racconteremo prossimamente.

Viaggio in Marocco: panorami del sud del Marocco.
Kasbah e Panorami del Viaggio in Marocco

NEL BLU DIPINTO DI BLU

 

CHEFCHAOUEN: LA CITTÀ BLU DEL MAROCCO


dove dormire

Come vi dicevamo noi abbiamo scelto, per ragioni di tempo, di fare tutte le cose raccontate in questo post in un solo giorno. In realtà ci si potrebbe impiegare una settimana per vedere tutte le attrazioni di questa parte di Marocco e godersi con la dovuta calma i suoi paesaggi ed il fluire della vita quotidiana dei suoi abitanti.

 

A seconda di quanto abbiate potete quindi pensare di dormire a Ouarzazate o a Skoura (all' Espace Kasbah Amridil) .

 

Se, invece, scegliete come noi di arrivare fino alle Gole del Dades e volete spendere davvero poco (€ 40 per una suite con letto matrimoniale e due letti singoli, € 8 per la cena) allora vi consigliamo il Riad DadesSebbene l'arrivo possa risultate un po' traumatico (il riad è nascosto tra case sgarrupate paglia e fango), una volta raggiunto si scopre un b&b grazioso a gestione familiare, con una splendida vista sulla valle circostante. La camera, come detto, è grande e spaziosa, dotata di ogni comfort (doccia, aria condizionata, tv) e la cosa sembra davvero incredibile. La cena è semplice e casereccia (zuppa di verdure di stagione, riso con carne e verdure), non delle migliori ma comunque più che accettabile visto anche il prezzo davvero sorprendente. Nel complesso un'esperienza più che piacevole grazie anche al personale gentilissimo.

Booking.com


Poppackers in front of the ininity

" EVERY LONG JOURNEY BEGINS WITH A SINGLE STEP "

poppackers - facebook
poppackers - instagram

MAROCCO